martedì 14 novembre 2017

Album da disegnare e colorare per bambini

Un album ludico pensato per i bambini per intrattenerli con intelligenza ed originalità.


Cosa mi sono inventata questa volta? Più che altro sono andata a ripescare un progetto nel cassetto dei miei sogni dandogli forma e vita.

I protagonisti dei miei libri, Handina la manina e Steppy il piedino, vi condurranno in un avventuroso percorso fatto di impronte, trasformazioni, colore e giochi a patto che date una mano o un piedi... a volte anche un braccio, che vi sostiene e intrattiene in maniera unica ed originale... PER POI SCOPRIRE CHE ANCHE VOI SIETE CAPACI DI TRASFORMARE!

Dopo che vi ho svelato il loro segreto ecco l'album - di cui sono interamente l'artefice - dal titolo: 

... è quasi Natale



L’album prende spunto dal libro di Natale REGALI SPECIALI, e chiede l’aiuto dei bambini (e talvolta anche dei genitori), per aiutare Babbo Natale ad arrivare in tempo a consegnare i regali nella notte di Natale. Un regalo speciale pensato per accompagnare il libro.

Un album differente dagli altri per il semplice motivo che conserverà l’impronta del bambino, la dimensione della mano e del piede che si trasformano; sarà un prezioso e personale ricordo.

Dopo aver appreso come fare ad utilizzare una parte del corpo per creare, il bambino potrà prendere un quaderno o dei fogli e riproporre gli stessi personaggi incontrati, o altri di nuovi, in perfetta autonomia.

Può diventare uno strumento per lavoretti e laboratori didattici e un efficace supporto alla didattica scolastica.

“Ti insegneremo come fare a creare con le tue impronte. 
Troverai da disegnare e colorare, ma ti potrai anche avventurare in un labirinto magico e divertirti con un sentiero ad ostacoli fatto con i sogni dei bambini… oltre a tante altre attività stimolanti.
Alla fine scoprirai che anche tu sei capace di trasformarti e fare vere e proprie magie!"

Oltre ad essere uno spunto utile per lavoretti e laboratori didattici, grazie ai vari tutorial, troverete all’interno dell’album, diversi e stimolanti giochi come: 
  • “trova e colora l’oggetto”: alla ricerca delle decorazioni natalizie sepolte nella neve; 
  • “labirinto magico”: che ripropone lo schema del “labirinto della vita”. Rilassa bambini ed adulti ed assume un significato molto profondo per chi riesce ad captarlo; 
  • “volo fra le stelle”: un percorso da fare in compagnia servendosi di dado e pedine, volando proprio tra le stelle e mettendo a nudo le emozioni dei bambini. Nelle diverse caselle sono intrappolati i sogni dei bambini, a volte sono ostacoli e paure che fanno arrestare o indietreggiare, altri volte invece sono ricordi felici e sfide superate che fanno avanzare con leggeri “soffi”. Premi riservati solamente a chi riesce a raccontarli! 
Visitate il sito nella pagina SHOP, per apprendere le informazioni tecniche del prodotto e scoprire altre stimolanti immagini.


WOW, CHE AVVENTURA!


Nunzia Bruno

VEDI ANCHE:

Libro per Bambini: IL TOPOLINO MELINO VA CANTANDO






martedì 31 ottobre 2017

Le mie zucche e la vera storia di Halloween

In rassegna le mie zucche di halloween che ho realizzato da sei anni a questa parte. 
Ma prima vi racconto del vero "dolcetto o scherzetto" che è proprio collegato alla zucca di halloween!


LA VERA STORIA DI HALLOWEEN

Il popolo dei Celti, che viveva in Irlanda, alla fine di ottobre celebrava l’arrivo dell’inverno con una festa chiamata “All Hallow even”, cioè la vigilia di tutti i Santi o Notte di tutti gli spiriti sacri.
Si accendevano fuochi attorno ai quali tutti danzavano, indossando maschere per spaventare le streghe e allontanare gli spiriti maligni.

In ricordo di quell’antica festa, ancora oggi si festeggia Halloween la notte del 31 ottobre; in questa notte i bambini solitamente si mascherano con costumi mostruosi (Streghe, maghi, diavoletti, zombie) e bussano alle porte delle case, dicendo: “Trick or treat”, cioè “Dolcetto o scherzetto?“.
Chi apre la porta offre loro biscotti e caramelle.

La parola italiana “scherzetto” è la traduzione dall’inglese trick, una sorta di minaccia di danneggiare la casa o disturbare i suoi abitanti in caso non vengano consegnati loro dolcetti e caramelle (treat).
I bambini passando di casa in casa recitano una filastrocca che dice così:
“Trick or treat,
smell my feet,
give me something good to eat”.

Il giorno dopo Halloween è Ognissanti, cioè la festa di tutti i Santi.

Simbolo di Halloween sono le zucche con dentro una candela: la loro luce serve a tenere lontani gli spiriti della notte.

Per i bambini c'è da raccontare la leggenda di GERALDO E LA CANDELA

ZUCCA HALLOWEEN anno 2017

Proprio ieri sera abbiamo terminato di completare la nostra zucca di halloween per quest'anno, eccola qua! 
Accanto alla zucca, ci sono i fantasmini che abbiamo realizzato con le nostre impronte qualche anno fa! Clicca il LINK, se vuoi sapere come!



ZUCCA HALLOWEEN anno 2016

Di zucche halloween in quest'anno ne abbiamo create due.
Una è colorata e ve lo spiego in questo LINK
E un'altra è semplice...



ZUCCA HALLOWEEN anno 2015

Per creare questa zucca, ho sfruttato il compito che aveva la mia bambina alla sua prima classe di scuola primaria. Vi racconto come è andata sul LINK!



ZUCCA HALLOWEEN anno 2014

 In quest'anno invece, la nostra zucca era molto Peice e Love. Specifiche sul LINK!





ZUCCA HALLOWEEN anno 2013

Mi sa tanto che la zucca dell'anno 2013 ha fatto flop! 
Mi ritrovo solo queste foto qui! In compenso è diventata un bel porta vaso. LINK


Magari ero distratta dal profumo dei biscottini LINK!


ZUCCA HALLOWEEN anno 2012

Eccola la mia prima zucca di halloween, ero talmente entusiasta di farla che ho riportato anche tutti i passaggi di come si fa sul LINK!


VEDI ANCHE:

venerdì 20 ottobre 2017

PORTA VASO IN ZUCCA

Ripescata dal cassetto dai ricordi, vi racconto come è andata quella volta che la nostra zucca è arrivata a terra!


"Bene bambini, svuotiamo la zucca e pensiamo a come farla..."
Entusiasmo e salti di gioia tanto esilaranti da far saltare a terra la zucca che con tanta pazienza ho raschiato a puntino.

Ebbene si, lo confesso, mi sono arrabbiata tantissimo. Ho lasciato la zucca rotta sopra il ripiano della cucina sono andata a letto.

L'indomani mattina insieme a Gemma e Santiago, ancora rattristiti dalla zucca rotta, eravamo a contare i soldini che abbiamo preso dal salvadanaio per poter comprare una nuova zucca, "chi rompe paga".
A volte ci provo a trasmettere ai miei figli il valore del denaro, infatti con tante monetine in mano che sfioravano i 7 € in totale gli  ho fatto capire che non erano sufficienti per comprare una zucca come quella che hanno rotto (che è costata un euro in più)...

"Vabbene, vediamo cosa troviamo..."

Rimasta da sola, guardavo la zucca ho cercato di capire come sfruttarla.


Una piantina accanto mi ha dato lo spunto necessario per alleviare i sensi di colpa dei miei figli.
Questa piantina ci sta giusta giusta... ecco a cosa serviva questa zucca... un originale porta piante.

Il salvadanaio ha di nuovo le sue monetine.

VEDI ANCHE:

BAMBINI FELICI AD AmbientArte SULL'OSTIGLIA

lunedì 9 ottobre 2017

Zucca Halloween Colorata - lavoretto per bambini

Zucca di Halloween colorata, una idea bizzarra che abbiamo avuto lo scorso anno per decorare la nostra zucca, dopo una lunga selezione di proposte fatta insieme ai miei bambini.


Pennellone in mano con tempera bianca in parte... la nostra zucca, ha piccole dimensioni ed è  proprio davanti ai miei bambini...


"Bambini, qui non ci si può sbagliare, spennellate e ripassate bene sopra lo stesso colore bianco, fino a quando il colore arancione sottostante è scomparso..."


Santiago si è proprio divertito! 
Abbiamo lasciato asciugare, prima di definire i particolari del viso con il colore nero a tempera
Qui, ho guidato la sua mano, dopo aver deciso se rappresentare una zucca paurosa o simpatica... ha vinto la simpatia!


Adesso arriva il bello. 
Avete presente tutti i ritagli di colore a cera, ormai consumati, che i vostri bambini fanno fatica ad impugnare per colorare? Proprio quelli! Metteteli sopra la zucca e, muniti di asciugacapelli a temperatura molto calda, soffia e soffia... fino a quanto la cera si scioglie e...


La tempera cola giù, in maniera disordinata e allegra.
Questa zucca mi piace proprio!


Pronta per essere esibita alla nostra festa di Halloween!

Santiago è un pò spaventato, ma solo inizialmente...


Poi, entrambi i miei figli ci hanno preso gusto!

 
Chissà cosa ci inventeremo quest'anno!

Intanto vi auguro dei paurosi preparatici di Halloween...

VEDI ANCHE:

mercoledì 4 ottobre 2017

San Francesco - il gigante infinitamente piccolo

San Francesco d'Assisi mi commuove ed è una figura a me molto cara. 
Per me rappresenta il santo protettore dei bambini, forse perché lo descrivono così minuto nel suo essere, ma solo all'apparenza poiché è così grande nella sua semplicità, proprio simile a un bambino.


Oggi, in occasione della sua festa, fra l'altro è il santo patrono d'italia, non posso tacere all'urlo dei miei ricordi. 
Questa mattina mi sono trovata per caso ad ascoltare Branduardi nella sua parodia musicale a lui dedicata. 
Nel frattempo, nella mia mente, miei piedi percorrevano i sentire della Spagna calpestata da pellegrini e viandanti di ogni genere.

Il cammino di Santiago de Compostela

Era il mese di Maggio dell'anno 2004, ogni giorno mi accompagnava una canzone che iniziava per un ... "Dolce sentire... " Mi è giunta per caso nella mia mente, proprio nel mio primo giorno di cammino verso Santiago de Compostela, fra le altre cose, le parole della canzone si componevano man mano che la cantavo. Non ricordavo di averla mai cantata ma solo ascoltata!


Giusto per 30 giorni ed 800 lunghi km, risuonava nell'aria, un inno d'unione con la natura e l'apertura del mio cuore con tutto ciò che mi circondava.
Ho semplificato le mie giornate, scrollando ulteriori pesi, ho semplificato i miei pensieri, lasciando lì ciò che non mi serviva più ...
Ricordo che spesso pensavo al fraticello d'assisi, mi dava forza nel continuare il mio cammino.

Per poi, ritrovarmi al suo cospetto qualche anno dopo: si realizza il mio sogno!
Trovo lavoro a Spello e la mia casa è proprio in collina, di fronte ad Assisi.


Nove mesi intensi, ricchi di feste medievali ed esplorazione avventurose dei d'intorni. 
Dopo essere stati in Umbria è difficile lasciarsi catturare da altri luoghi descritti come borghetti medievali!

Umbria amata Umbria... vedere Assisi arroccato sulla sua collina, è come vedere il mio paese natio Misterbianco (CT).

Talmente forte il richiamo fù, che io e il mio pellegrino abbiamo convolato a nozze proprio sul cammino francescano in Umbria, convogliando gente proveniente dalla Sicilia al Friuli... la chiesetta era piccola ed aveva un entrata laterale. Il paese si chiama Fratticciola Selvatica, in mezzo fra Gubbio, Perugia, Assisi.
Bè non poteva essere diversamente dopo esserci conosciuti, proprio in Spagna nel primo giorno del nostro Cammino di Santiago.... 


"... Ora umilmente sta nascendo amore..."

VEDI ANCHE:




venerdì 29 settembre 2017

Gioco bambini per abilità manuali

Giochi per bambini da portare in borsa, che possono essere utili a sostituire i tablet e telefonini mentre ci si intrattiene al ristorante con amici.

Non mancano mai, nella mia maxi borsa, colori e block notes da tirare fuori all'occorrenza con i miei figli. Sono di piccola dimensione e li acquisto nei negozi franchising, dove si trova a poco prezzo, tutte cosette molto simpatiche e curiose. Ogni volta è una scoperta... fra queste ho scovato una scatolina che riporta il nome di:
FingerKludder



E' un gioco che ha come obiettivo finale, l'acquisizione di elasticità nelle dita, quindi unisce l'aspetto utile a quello divertente. 

COME FUNZIONA - E' composto da due schede di forma quadrata in materiale di cartoncino. 
In una scheda, deve far girare la freccettina che si posiziona in un segno ben preciso. 
Ai quattro lati della stessa scheda, c'è l'informazione di quale dito si presta a giocare: pollice, indice, medio, anulare... il mignolo è escluso. 
Nell'altra scheda fatta di simboli, il dito si posiziona nel simbolo indicato dalla freccia precedentemente.


Man mano che si gioca ci si ritrova in posizioni abbastanza complicate da non riuscire ad andare avanti... si ricomincia magari sfidando qualcun'altro dei presenti!

Le dita e la manualità

Come insegnante Yoga per bambini, ho avuto modo di approfondire l'argomento, poiché fra le pratiche proposte ai bambini ci sono i Mudra, lo yoga delle mani
Anche dal punto di vista medico è stato accertato che l'agilità delle mani ha una stretta connessione con lo sviluppo del cervello, inoltre: 

"I Mudra sono una componente importante nelle sedute di logopedia con i bambini; è riconosciuto anche in questa pratica lo stretto collegamento fra Manualità e lo sviluppo del linguaggio."

Potete approfondire l'argomento cliccando il LINK





venerdì 22 settembre 2017

Adoro l'autunno

L'autunno, adorato autunno...

Una stagione dai colori forti del giallo, arancione, marrone... tonalità che passano dal fuoco del calore del sole estivo, che ha bruciato l'erba ed ha fatto seccare tutte le foglie, all'incanto della stessa foglia che si stacca dall'albero e vola nell'aria... 

L'autunno, musa ispiratrice di ogni poeta, che si rifugia nella nostalgia dei ricordi, ascoltando la melodia del cuore che, come un tamburo batte gli ultimi tocchi di un'estate innamorata, fatta di flirts e di nuda leggerezza...

"Cara celeste nostalgia"... cantava Riccardo Cocciante, parole che risuonano nella mia mente, lasciando un dolce amaro in bocca, in questa "veste" di mamma che ricorda con sospiro le spensierate giornate e nottate in spiaggia trascorsi, negli anni spensierati della mia giovinezza...

Adesso il mio grande, unico e fedele corteggiatore è mio figlio, il mio piccolo ometto Santiago...


Le giornate autunnali di mamma, lasciano ben poco spazio ai ricordi.
L'autunno delle mamme è fatto del sospiro di sollievo delle scuole che iniziano, i bambini ritornano fra i banchi di scuola alleggerendo le mura domestiche delle urla e dei schiamazzi e, nel mio caso, anche i miei gattini emanano un sospiro di sollievo...


Allo stesso tempo è una corsa continua fra: riunioni scolastiche, porta i bambini a scuola, prendi i bambini a scuola... attività pomeridiane, compiti, feste di compleanno e nel frattempo magari... riusciamo a pensare ai nuovi propositi e progetti personali...
Tutto ricomincia, mentre il tempo e le giornate si accorciano e ci chiedono di rallentare, ritornare a casa, di alleggerirci  dei pesi come foglia che cade e nutre la propria terra.

Già, i contrasti che giovano a farci trovare la via di mezzo, il centro come l'ago della bilancia...

Nel ricordarci di rallentare, godiamoci ancora il tepore del sole e delle sane camminate fra i viale ingialliti.
Io approfitto del rientro dalla scuola per poter fare questo insieme ai miei bambini!



"Adoro l'autunno...
i colori che cambiano,
la nebbiolina del mattino,
l'aria che profuma di mosto e caldarroste...
Inebriata e disinibita, lascio i pesi delle fatiche e...come foglia che nutre la terra,mi adagio nel mio profondo e mi perdo in questa poesia..."


Nunzia Bruno


VEDI ANCHE:


Album da disegnare e colorare per bambini

Un album ludico pensato per i bambini per intrattenerli con intelligenza ed originalità. Cosa mi sono inventata questa volta? Più...